.

 

 

 

aggiornamento 13-3-2016

 

Le novità continuano su facebook

 fai click qui: facebook puntosufi 

 

 

PAGINA DEI DOWNLOAD GRATUITI

 

 

Voci di pace, primo quadrimestre 2016- SCARICA GRATUITAMENTE

 

Presentazione: altre creature intorno a noi

(che i pensieri e le faccende di tutti i giorni non ci distraggano dalla realtà: un mondo che vive, sente, palpita intorno a noi...)

 

La religione purtroppo, al di là della sua funzione positiva di raccomandare di fare il bene e di evitare il male, rischia anche di diventare un rifugio per psicotici e nevrotici che ne alterano la natura. Questi si identificano in essa come se fosse una bandiera, una squadra. Sono gli ultras  ben forniti di slogan e inni sempre pronti a nuove crociate. Il fanatismo religioso si caratterizza per l'odio verso ogni forma di tolleranza e non ha confini: cristiani, musulmani, ebrei, hindu, testimoni di questo e di quest'altro, quelli che non hanno dubbi che possiedono la verità rivelata mentre tutti gli altri sono degli esseri spregevoli. Le ideologie politiche non sono da meno. Da un punto di vista psichiatrico queste persone manifestano spesso sintomi schizofrenici e paranoici ma il fatto di unirsi in gruppo dà loro una sorta di normalità. Il fenomeno diventa grave quando questa normalità (che non significa comportamento corretto ma maggiormente seguito) si estende fino a trovare sbocchi istituzionali, allora abbiamo le inquisizioni, gli ISIS e via dicendo. Il sentimento religioso, la fede sgombra da devianze è invece qualcosa che integra l'essere umano, gli dà un equilibrio maggiore riportandolo al suo Sè profondo, ma non è un fatto comune. Persone che non hanno paura del dubitare e di correggersi in base a una attenta e obbiettiva analisi. Solo il dubbio fa crescere e solo gli imbecilli, diceva Voltaire non hanno dubbi.

 

 

Questo romanzo di Nazzareno Venturi si presta a diverse letture, da quella fantascientifica in un futuro tutt'altro che impossibile e lontano, a quella critica di una società umana che rischia di far soccombere il pianeta e infine a quella iniziatica, un percorso di trasformazione interiore nella trama di una saggezza perenne. Per ora disponibile sul circuito Amazon sia in versione cartacea o come ebook (click sull'immagine)

 

 

 

Aggiornata la pagina dedicata ai

 LIBRI SUFI

L'isis è solo un sintomo, la malattia sta da un'altra parte.

Il mondo moderno ha confuso la felicità col possesso di beni e di soldi lasciando un vuoto esistenziale incolmabile. Ci meraviglia dunque che tanta gente cerchi di compensare questo malessere con soluzioni estreme nel fanatismo religioso o nella droga? In una società dove la corruzione, l'imbroglio, il farsi le scarpe a vicenda fanno parte della quotidianità, conduce le menti deboli a due soluzioni: stare al gioco ed entrare nella marmaglia o in vie di fuga esasperate che offrono una facile visione totalitaria del mondo (come i fascismi, i comunismi e i fondamentalismi religiosi). La mancanza di un ambiente umano onesto intorno a noi, con un'etica rispettata ovunque, conduce all'autodistruzione. Senza bellezza, fede e civismo non c'è futuro. Ma perché preoccuparsi? La specie umana finirà come tutte le altre specie del passato, Fa parte della vita. Felicità è capire come stanno le cose, mantenendo buoni valori nonostante tutto:  nel mondo ma non del mondo dicono i sufi!  

Shaikh Murrad Nuraldin

 

Poichè il tema ecologico oggi assume una valenza di necessità per la sopravvivenza umana ogni richiamo ad esso è importante. L'enciclica "laudato si" di papa Bergoglio esula utopisticamente dal problema principale che è quello demografico da cui a cascata discendono gli altri , ma questo è comprensibile dato che non si può pretendere un rigore scientifico completo in un quadro con presupposti religiosi. Essendo un testo cattolico, quindi legato a una credenza particolare, sono ugualmente scusabili le preoccupazioni teologiche a cominciare dalla prima che chiama la terra "sorella" quando per san Francesco è Madre. Ma conta la sostanza, una enciclica meritevole di essere letta dunque. (scarica qui il testo http://speciali.espresso.repubblica.it/pdf/laudato_si.pdf

 

 

 

FONDAMENTALISMO, TERRORISMO E LA BOMBA DEMOGRAFICA

 

 

VEDI  LETTERE : IL CANTANTE E IL PAPA

 


 

L'ISLAM E IL CRISTIANESIMO DELLA SAGGEZZA NON SONO MAI MORTI E NON DEVONO ESSERE LASCIATI SOLI

 

 

Si condanna senza scusanti la strage avvenuta a Parigi ma è penoso ascoltare la propaganda di coloro che approfittando di questo atto di fanatici, parlano di scontro di civiltà, tra Cristianesimo e Islam. La civiltà è una e non ha una forma specifica, islamica, cristiana, religiosa o atea. Ci sono esseri civili dappertutto ed esseri incivili altrettanto dovunque. La civiltà non può avere un confine etnico ed ideologico ma si sviluppa in modo pluralistico, nel dialogo e nella tolleranza ma anche nella ferma opposizione alle prevaricazioni, agli sfruttamenti dell'uomo sull'uomo. Non si difende la civiltà sostituendo una forma di intolleranza con un'altra. Purtroppo in ogni tempo ed in ogni luogo si sono verificate queste manifestazioni di inciviltà , ma identificare l'Islam con la barbarie e il totalitarismo significa non solo fare di casi isolati una norma ma fare affidamento sull'ignoranza della storia. L'occidente non è identificabile solo con l'apertura democratica e il libero pensiero. L'occidente ha conosciuto forme di totalitarismo dove esprimere il proprio pensiero significava tortura e morte, non solo durante i secoli dell'inquisizione ma nella storia recente del 900 (e non sono pochi i nostalgici di quei periodi). Chi ha dovuto inghiottire olio di ricino, chi si è visto strappare le unghie, chi è stato bruciato per aver espresso le proprie idee o criticato il regime dominante non si trovava in un paradiso di libertà e di diritto eppur viveva nell'Europa cristiana. Il colonialismo spesso si è abbinato allo schiavismo e allo sfruttamento. Fare di una parte i buoni e di un'altra i cattivi è facile e conviene a chi vuol prendere consensi sfruttando l'istinto di branco ereditato dagli scimpanzé (che nella foresta sono sempre in guerra tra loro come gli esseri umani in tutta la loro storia). Civiltà è sorpassare i lati bestiali e di dominio dell'uomo che spesso si servono delle ideologie politiche e religiose per pretesto. Civiltà è fede, vuoi nella scienza o in un senso trascendente dell'universo e della vita, civiltà è arte come espressione e amore per la bellezza, civiltà è senso di giustizia oltre i parametri codificati. Questo dicevano i filosofi e i mistici dalla Cina di Confucio alla Persia di Rumi alla Francia di Voltaire. La verità non ha una bandiera, ne la deficienza sta un territorio. Ovunque e dovunque ci si imbatte in questa e in quella. Purtroppo non sono pochi gli europei doc che reinterpretano l'Islam in una chiave totalitaristica, fanatica e belligerante. Non vengono qui con facce abbronzate e con occhi in cui c'è tutto l'orrore della guerra e della miseria, ma partono da qui per alimentare altri fanatismi autoctoni. Quindi "quelli di qui e quelli di là" stanno solo nella testa di questi demagoghi dell'ultima ora. L'Islam che ha fatto da precursore all'illuminismo, dove i suoi movimenti d'avanguardia dichiaravano apertamente il valore dell'uguaglianza, della fraternità e della libertà non è mai morto. L'Islam del Corano che per ben tre volte predica che uomini e donne, cristiani e sabei e chiunque preghi il divino e compie il bene avrà il suo paradiso, che afferma che non deve esserci costrizione in fatto di religione, che spinge affinché le decisioni siano prese democraticamente, non è mai morto. La civiltà quindi è stata nei luoghi cosiddetti cristiani come in quelli islamici. Lo sforzo (jhiad) delle persone libere e responsabili è che non si affievolisca da nessuna parte poiché vivere in pace e con intelligenza conviene a tutti.

 

 

 

IL SUFISMO

 

Ci sono tre elementi che spiccano nel sufismo, fuori dai quali si può parlare di stato di degrado di una confraternita. Il primo sta nel profondo legame con le tecniche psicoterapiche di cui si sono avvalsi fin dal medioevo i sufi, molti dei quali ancor oggi sono medici e psicologi. Il secondo sta nel suo relazionarsi alle altre forme realizzative, nella consapevolezza della sua eredità sciamanica e nel ruolo che ha avuto nella massoneria, condividendone diversi aspetti, a cominciare dal profondo e fattivo rispetto del senso civico e della giustizia. Il terzo è la consapevolezza dell'universalità della verità che non può essere legata ad una forma religiosa particolare pur mantenendo l'Islam come sua base terrestre. Nella sottostante xilografia di Mandel al centro stanno scritte le parole del Corano: "uomini, donne, musulmani, cristiani, sabei e chiunque creda nel divino e compia il bene, quegli avrà il suo paradiso e non sarà leso da nulla." Insomma, per un sufi, capace di cogliere l'universalità di ogni religione e il valore di ogni scienza, l'importante è comportarsi onestamente, facendo il bene con intelligenza. Amando il vero, il bello, il giusto, con la fede vissuta di un significato della vita, il resto è forma.

 

 

 

Nel film Apolcaypto di Mel Gybson (le immagini cruente non stonano in quanto corrispondono ad un realistico ricordo di eventi) viene raccontata una storia diffusa in diverse varianti nella letteratura orale degli indigeni dell'Amazzonia. Quando l'uomo comparve sulla terra era completamente indifeso, allora gli animali si radunarono per donargli una loro qualità. Il falco regalò all'uomo il dono della vista, il giaguaro della forza, il topo l'udito e insomma, tra un regalo e l'altro l'uomo davanti a tutti gli animali sembrava completo e autosufficiente. Il gufo infine prese la parola dicendo: pur avendo tutte queste qualità io vedo nell'uomo un vuoto che lo renderà insaziabile e che finirà per portarlo a depredare e distruggere ogni cosa. Questo vuoto sarà la sua e la nostra rovina".
I sufi considerano questo stato del nafs concupiscente come "l'io che comanda" (vedi il lavoro di I.Schah), il falso e misero io che non permette di appetire all'Anima che pur è ovunque.

 

E, salvo un diritto di legittima difesa non uccidete la vita; Dio l'ha resa sacra. Su di lui la collera di Dio e la sua maledizione e gli prepara un castigo enorme ( Corano 7,33)

 

 

 

Riscoprire il buon fantasy serve anche a trovare la via del simbolo e a non confonderlo con quello ideologico, pacchetti di verità preconfezionati.

 

 

 

 

Leggiamo un libro insieme:

"Il cervello anarchico" di Enzo Soresi

 

 

 

Non amate per la bellezza,

perché un giorno finirà.

Non amate per l'ammirazione,

perché un giorno vi deluderà.

Amate e basta, perché il tempo

non può far finire  un amore che

non ha spiegazioni.

(madre Teresa di Calcutta)

 

 

 

In questo libro Piero Crida evidenzia il carattere peculiare dell'esperienza sufi. La concretezza degli episodi (da cui le immagini che sono testimonianze del vissuto) diventano simbolo e il simbolo motivo di trasformazione interiore per appetire ad una consapevolezza "altra" rispetto a quella comune ed ordinaria. Insomma un testo che è un'opera di alchimia come i suoi acquarelli. Edizioni Tipheret, in distribuzione anche con Feltrinelli e Mondadori.

 

 

 

Gabriele Mandel volle che questo libro pubblicato nel 1979 potesse avere una libera distribuzione su internet proprio in riferimento al fatto che AlAllaj, uno dei maggiori mistici sufi mai esistiti, predicava liberamente dovunque. La versione PDF è scaricabile gratuitamente da questo sito: CLICK QUI

 

 

Il sufismo nei viaggi di Ibn Battuta - Venturi Nazzareno - edizioni Tipheret

288 pagine di avventure terrene e spirituali con Ibn Battuta, il Marco Polo dell'Islam, uno dei personaggi più interessanti da scoprire. Un viaggio per scoprire il sufismo reale di ieri e di oggi, non solo quello ideale, tra patetiche meschinità e eccelse virtù.  Edizioni Tipheret.

Vedi la pagina su Facebook de: "il sufismo nei viaggi di Ibn Battuta"

 

Il paradiso : di Gabriele Mandel

 

In questo libro (ebook, da leggere su pc o su tablet) sono raccolte diverse introduzioni e commenti ai libri fatte da Nazzareno Venturi. E' presente anche un'ampia bibliografia ragionata sui testi che trattano il sufismo e un'altra sui sogni. Disegni umoristici dell'autore, pagine 103. La versione PDF è scaricabile gratuitamente da questo sito: CLICK QUI

 

 

NON ABBIATE PAURA DI ESSERE GIUSTI ANCHE SE PER QUESTO QUALCUNO VI ODIERA', MA SE SI E' VIGLIACCHI NON SI MERITA IL RISPETTO DI NESSUNO.

 

Nuraddin Murad

 

 

 

 

Un maestro evolve con il proprio gruppo nella responsabilità, nell'autostima, nella creatività, nel sapere, nell'amore e in ogni virtù ma mai nel culto di se stesso (che costituisce l'impedimento di una vera evoluzione).

 

 

Un pio allevatore di cammelli chiese di essere ammesso all'insegnamento di un vecchio maestro sufi. Questi lo fece sedere e continuò a fare le sue faccende in silenzio, osservandolo di tanto in tanto.  Passata un'oretta gli disse semplicemente che se non si liberava di un grave difetto non lo avrebbe mai accettato, difetto che avrebbe dovuto scoprire da solo. L'uomo passò giorni a interrogarsi ma non riusciva a trovare quale potesse essere questa ombra sulla sua anima finché si decise di tornare dallo shaikh per chiederglielo. Anche questa volta prima di rispondergli stette in silenzio per diverso tempo continuando a ordinare degli scaffali. Di punto in bianco gli disse: "Ma lei non deve fare qualcosa?" E questi con il rosario in mano gli rispose "ora la cosa più importante è stare qui con lei". "Prima di andarsene, e lei deve andarsene in quanto c'è chi sta soffrendo  per la sua mancanza, mi dica quale è la prima cosa che fa da sveglio." "Sono il primo a entrare in moschea per pregare dopodiché vado a riempire le vasche d'acqua per i cammelli." Ecco il suo vizio. Prima pensi ai cammelli e quando essi sono in pace vada a pregare in moschea. Quando capirà cosa è la preghiera potrà ritornare da me". (Esiste una versione simile nella tradizione cabalistica in cui il maestro è rabbi Isaac Luria)

 

 

In lettere "messaggi subliminali  anche in Walt Disney?"

 

LEGGIAMO UN LIBRO INSIEME:

 "QUEL CHE UNA PIANTA SA" DI DANIEL CHAMOVITZ

 

 

 

 

 



Professore emerito di Scienze economiche all'Università di Paris-Sud, Serge Latouche inaugura un ciclo pensato per misurarsi con i termini che segnano la nostra quotidianità. Il primo incontro sarà incentrato sul concetto di limite. Un'occasione per uscire da tanti luoghi comuni e per ritrovare il senso delle parole che usiamo.
In collaborazione con
Bollati Boringhieri Editore.

APPROFONDISCI

 

 

 

Questo libro su Gabriele Mandel è un lavoro a due mani. La prima parte, trattata da Nazzareno Venturi, racconta l'uomo, il suo pensiero e la sua vita, partendo da vicende personali e aneddoti. La seconda, di Rossano Vitali, ci dà un quadro dell'insegnante sufi, come emergeva durante gli incontri nella tekké di Milano. Due punti di vista, due stili diversi che liberamente si incrociano, per dare vita a una figura magistrale, non solamente del Sufismo, ma soprattutto del mondo contemporaneo, quale Gabriele Mandel è stato.

LINK  DELLA CASA EDITRICE

Vedi su Facebook la pagina su conversazioni sul tappeto

 

 

 

 

UNA RACCOLTA DI CONFERENZE DI GABRIELE MANDEL

FEDERICO II, IL SUFISMO E LA MASSONERIA

 

Edizioni Tipheret 2013

Numero di pagine: 112

A cura di Nazzareno Venturi

LINK DELLA CASA EDITRICE

Questo testo è una raccolta omogenea di conferenze e di saggi di Gabriele Mandel, mai pubblicati fino ad ora su libro. Riguardano il rapporto tra l’Islam e l’Europa cristiana e specificatamente tra il Sufismo e la Massoneria. Mandel ricordava spesso e volentieri Federico II come figura emblematica, trait d’union tra le culture ed esempio di quell’apertura mentale necessaria per una ricerca realizzativa, caratteristica anche dei sufi e dei massoni. Dopo l'ampio studio introduttivo di Nazzareno Venturi su Federico II seguono i saggi di Gabriele Mandel sul sufismo e la massoneria.

 

 

 SCRITTI DEGLI ULTIMI VENT'ANNI DI GABRIELE MANDEL

L'ISLAM E L'EUROPA

 

Questa raccolta di saggi fa parte di una serie di testi che Mandel volle fossero pubblicati sul sito dei sufi Jerrahi in Italia quando ne era il Khalifa, e sul sito di dialogo interreligioso "il caravanserraglio puntosufi". Sono scritti degli ultimi vent'anni della sua vita e mostrano i temi a lui più cari e ricorrenti.

 

Scarica gratuitamente la versione PDF del Giornale Voci di Pace I° quadrimestre 2011.

VOCI DI PACE

http://www.vocidipace.it/

IL LEADER CARISMATICO

 

Un seduttore, un abile manipolatore delle masse, sarà anche un leader come tanti, da Hitler a Mussolini e a Stalin, ma possiamo chiamare "carisma" l'abilità di ingannare le coscienze? Se il carisma si riduce al plagiare le persone l'umanità è messa male. Seguire, difendere e prendere come esempio un leader di tal fatta significa rinunciare alla coscienza. E' l'attrazione verso la verità, la bellezza e la giustizia, verso il bene che fa nascere il vero carisma, per intenderci quello di san Francesco, Avicenna,  Martin Luther King, Voltaire, Gustav Jung, Giovanni Falcone, Giovanni XXIII, madre Teresa di Calcutta, Einstein, Gandhi, eccetera.  Esseri umani e come tutti fallibili  coi loro errori, ma certo  non avevano quell'orrendo e patetico culto della personalità con tanto di inni ruffiani da gabba popolo e leccapiedi al seguito, avevano insomma qualcosa di infinitamente più grande da coltivare. Non è necessario diventare famosi, anzi questo può essere un ingombro, ma conta solo  riempire la propria coscienza di significato, scegliere un'altro ordine di grandezze che non siano quelle meschine del potere e dell'avere. Se c'è, come credo sempre più profondamente, una intelligenza cosmica essa sarà riconoscente a chi si mette in un ordine di idee diverso da quello di consumare e buttare via la vita vanamente. Essa in fondo è l'unica guida esistente. Se invece si crede a un universo che sta lì per caso, si è anche liberi di conformarsi a questa realtà  stupida e senza senso (Nazzareno Venturi).

 

Questo libro riprende il  titolo di una pubblicazione del 1979 di Nazzareno Venturi: un nuovo studio e ampliato rispetto al testo precedente con una documentazione fotografica sul Buddhismo. Il significato simbolico della triade Buddha, Sangha e Dharma è inserito in un ampio quadro di correlazioni con le altre religioni. Disponibile in formato eBook, pagine 100 (da leggere sul tablet o sul pc) COMINCIA A LEGGERE

 

 
 

Un pps rielaborato da noi. Originariamente stava tra quelle demenziali catene di sant'Antonio che facendo leva sulla superstizione invitano a passare l'oggetto. E allora perché riprenderlo? In quanto poteva essere intenzionalmente costruttivo. La riflessione sul valore del denaro non è ovvia per gente attaccata alla miseria e le illusioni di questo mondo, ed è lì che doveva circolare anche  utilizzando proprio la stessa superstizione che caratterizza queste persone ricche o povere che siano. Comunque sia: massime dalla Cina

 

Qualsiasi sia il nostro credo religioso, siamo qui per ricordarci l'un l'altro dell'Unico da cui ognuno di noi prende esistenza. Nulla  in realtà siamo, siamo soltanto quando ci rammentiamo sinceramente di Lui, e ogni occasione, ogni respiro è buono per farlo.

Buon Natale a tutti

 
Non siamo abituati ad un discorso politico di riflessione autentica, che riguarda l'uomo, e non gli interessi di questa o quella fazione. Siamo abituati alle belle parole per convincere, alle promesse demagogiche, al fideismo verso una bandiera, alla demonizzazione dell'altro. Siamo abituati alla politica ripugnante dell'interesse e della menzogna. Ma c'è chi si ricorda che esiste una pulsione civica, di giustizia, che insieme all'arte e alla fede (non una credenza religiosa) ci rende veramente umani

(copia e incolla sulla barra di internet)

http://www.youtube.com/watch?v=3SxkMKTn7aQ

 

 

Click sull'immagine

Edizione ebook del saggio di Nazzareno Venturi sulla psicologia transazionale, pubblicato e ormai esaurito su carta stampata dalle ed.Sufijerrahi nel 2010. Il testo spiega non soltanto il transazionalismo ma situazioni ad esso correlate dal senso di colpa alla paranoia con un linguaggio libero da inutili tecnicismi. Disponibile in formato eBook, pagine 166 (da leggere sul tablet o sul pc) LINK DELLA DISTRIBUZIONE SU AMAZON

 

 

Click sull'immagine

 

Questo libro è la versione digitale di una dispensa universitaria del prof. Nazzareno Venturi pubblicata dalle ed.Bozzi nel 1993. Il suo fine è quello di ripresentare in modo originale (meno accademico o astruso possibile) la storia della filosofia, senza perdere nulla in profondità (del resto diceva Einstein: "ti rendi conto di sapere una cosa quando sei in grado a spiegarla a tua nonna". Tutto è rivisto in un quadro ampio che riprende il contesto delle grandi religioni anche con aforismi ed aneddoti. Disponibile in formato eBook, pagine 133  (da leggere sul tablet o sul pc) LINK DELLA DISTRIBUZIONE SU AMAZON

LEGGIAMO UN LIBRO INSIEME : di Anne Ancelin Schutzemberger "La Sindrome degli Antenati" DR editore. Questo libro va al di là di una semplice terapia con la famiglia laddove si cerca di intervenire sulla famiglia di un paziente psichiatrico o di un soggetto problematico. Il testo parte invece dall'osservazione di come all'interno delle famiglie si ripetono generazione dopo generazione modelli e figure tipiche: l'artista, il matto, il buffone, lo sfortunato, il malato e via dicendo, questo a prescindere da una eziologia genetica. Insomma la famiglia ripropone i suoi temi in modo transgenerazionale ma anche sensi di colpa e di vendetta che si allargano alla società tutta. Parliamo ovviamente anche di condizionamento e di ripetizione di emozioni e idee preconcette. Si osserva pure in modo scientifico la ripetizione di malattie in occasione di anniversari, come se ognuno dei membri fosse obbligato a ripetere dei copioni. Ognuno si identifica in un ruolo e gli altri componenti "vogliono" inconsciamente che egli stia in quel ruolo. Questo libro è importante in quanto evidenzia i meccanismi sociali (e la famiglia è il primo ambiente esterno/sociale ) che spingono le persone a stare in certi ruoli comportamentali riducendo moltissimo gli spazi interiori di una reale libertà personale e di una identità autentica. Un libro che nello stesso tempo rimane al di qua di un approfondimento antropologico che invece altri studiosi come la psichiatra Olga Kharatidi, (anche con qualche fantasia esoterica di troppo) hanno affrontato. C'è insomma di più ed è interessante osservare come una buona logica sperimentale scientifica è in perfetta armonia con intuizioni che risalgono al mondo sciamanico e alla saggezza antica, anche disseminata nelle religioni oltre le burocrazie e i teoremi teologici. N.V.

 

Scarica "The World´s Top Ten Toxic Pollution Problems 2011" ( click sull'immagine). La Terra che muore IN NOME DELLA CRESCITA E DELLO SVILUPPO.

 

Una presentazione con bellissime immagini e con la musica di Franz Schubert. Ci è stata inviata senza autore (quante bellissime cose sono state fatte da "anonimi !). Abbiamo modificato la forma e i contenuti del discorso mantenendone però l'idea originaria: GIORNI SPECIALI

 

VEDIAMO UN FILM INSIEME  DI INTERESSE SUFI: WALL (E)

Questo film uscito nel 2008 dalla Walt Disney è in linea con  lo spirito del fondatore, sempre attento a dare stimoli educativi sui valori e di riflessione. Certo era un buon massone, un maestro a tutti gli effetti. La storia ha un che di profetico, o meglio, di previsione scientifica sul futuro del pianeta ormai ridotto ad un cimitero di spazzatura, lottare per quel seme di vita rimasto diventa un simbolo del LAVORO da fare. Purtroppo, non è la solita profezia apocalittica di sette religiose affermare che il principio di entropia, ossia di morte, è connesso alla storia umana. Non c'è bisogno di un calcolatore elettronico per capire che l'aumento della popolazione mondiale (quasi cento milioni l'anno) significa + case, + strade + industrie + macchine di ogni genere + richiesta di energia + inquinamento fino all'esaurimento delle risorse di e dello spazio vitale per la natura per produrre ossigeno e cibo. La differenza sta nel quando questo processo irreversibile finirà, non sul se avverrà. Nonostante questo destino di morte (e viene in mente il libro della Lessing "un luogo senza tempo "in cui  gli illuminati continuano ad operare nonostante tutto.) guai a tirare i remi in barca: c'è un senso. Il sufi continua segretamente a operare anche nella distruzione. Si direbbe che la specie umana ha fallito per cui, pazienza, da qualche altra parte dell'universo ci saranno specie in cui la vita si riconoscerà pienamente ed avranno uno straordinaria evoluzione, ma non è così: quanti gioielli di spirito sono nati nell'umanità! E questa luce non svanisce. Se poi la vita stessa decida di limitare l'uomo con qualche catastrofe interna permettendogli così (ai sopravvissuti) di continuare a vivere e di fare un salto di qualità nessuno lo può sapere. Certo c'è chi custodisce la vita e lotta per essa contro chi preferirebbe una alienazione asettica alla "matrix" (un altro film che fa riflettere).

N.V.

LEGGIAMO UN LIBRO INSIEME : ALEXANDER LOWEN "ONORARE IL CORPO" ED:XENIA

E' l'autobiografia di Lowen, passato a miglior vita recentemente,  allievo di W. Reich e padre della bioenergetica. La prima parte del libro è una semplice cronaca di eventi da quando era bambino a quando si laureò dapprima in economia e commercio poi in medicina specializzandosi in psichiatria. Dal momento in cui parla dei suoi libri fino alla fine cambia registro, più intenso e profondo. Una visione riassuntiva delle sue ricerche e del suo pensiero all'interno della sua vita: è importante non staccare le due cose, si comprende pienamente un modo di pensare quando lo si inserisce nel contesto della vita che lo ha prodotto. Per questo  anche questa autobiografia merita di essere letta per sintonizzarsi meglio con un autore che può dare molti strumenti operativi sia al professionista come ad ogni  studioso. (N.V.)

 

I CORSI  A PAGAMENTO SUL SUFISMO  CON  INIZIAZIONE FINALE SONO TRUFFE EVIDENTI .  "NESSUNA RICOMPENSA IN FATTO DI RELIGIONE" RECITA IL CORANO. GLI ORDINI AUTENTICI SCELGONO GLI ASPIRANTI ED E' ESCLUSO L'INTERESSE ECONOMICO IN OGNI SUA FORMA

 

Invito alla lettura: di Americo Marconi " La Montagna Infinita" Pazzini Editore. Una ricerca sull'archetipo della montagna che coinvolge la storia delle religioni come materiale per indicare la realizzazione del Sé. La "via" più che uno scalare è un attraversare le montagne dell'essere per temprare lo spirito, liberarlo dalle paure, dai condizionamenti e dalle reazioni comuni: solo così può appetire a quanto sta oltre l'orizzonte fenomenico. E di altezza si tratta quella dello spirito ma è nascosta,  riposta com'è nel proprio cuore.

 
 

un bellissimo pps: l'architetto senza laurea

 

E' uscito "novelle orientali" a cura di Aldo Strisciullo e Federica Ferzoco reperibile anche ordinandolo direttamente alla casa editrice Centro Ricerche Psico-Pedagogiche  http://www.crpp.it/

Nella prefazione si suggerisce un approccio diretto alla realtà dell’integrazione culturale nella scuola. È vero che il confronto culturale, spesso, non è una scelta, ed è vero che il mondo adulto, soprattutto nella scuola, propone ai bambini e agli adolescenti opinioni non condivise e, in alcune situazioni, intrise di stereotipi. Così, accade che passi l’idea che l’altro ‘diverso’ rappresenti una realtà di cui doversi occupare come un fenomeno o un esperimento sociale. E dunque, non è scontato che l’integrazione sia un processo facile. 
Ma, oggi, quale senso ha davvero parlare di integrazione culturale? Forse dovremmo rivedere lo stesso concetto, o meglio, le condizioni del suo uso. A nostro avviso, non possiamo sapere con precisione come le nuove generazioni di bambini e adolescenti danno senso alla realtà e quali emozioni e pensieri maturano dalle loro stesse esperienze. È possibile che rivolgendoci a loro, cercando di negoziare il senso di un concetto del genere, faremmo anche noi adulti scoperte nuove. È probabile che alcune percezioni relative al problema dell’integrazione siano ormai del tutto cambiate. 

 

Il sufi non si lascia condizionare dalle ideologie e dalle lusinghe della politica, non è del mondo ma è nel mondo, quindi ha un forte senso civico. Vivere in paesi come l'Italia dove, al sud come al nord, quando vengono presi dei criminali nascono proteste da vari esponenti di alcuni partiti e da settori della popolazione può essere triste. Anziché appoggiare la giustizia, la guardia di finanzia, la magistratura e tutte le forze a difesa della giusta legalità c'è chi inveisce contro. Ma un popolo è come un organismo, se il cancro, o meglio, le cellule cancerogene prendono il sopravvento,  la morte è inevitabile. Se l'iniziato, sufi o massone che sia o cristiano o laico di buona volontà si trova a vivere in un paese civicamente arretrato significa che ha del lavoro da fare qui e non da altre parti. Qui si gioca la sua evoluzione.

 

Ancora un pps anonimo mandatoci, ritoccato e riconfezionato in quanto meritevole di attenzione: LEZIONI DI VITA

 

è uscito il numero speciale della rivista "sufismo"

dedicato  a Gabriele Mandel.

( ordinabile presso jerrahitalia@sufijerrahi.net )

 

 

 

In natura il senso di solidarietà è trascurato anche sotto il profilo scientifico, complice la teoria evolutiva darwiniana che esaspera il concetto di competizione e di selezione. Eppure se non ci fosse stata collaborazione fin dalle prime cellule formando organismi pluricellulari sempre più complessi non ci sarebbe stata alcuna evoluzione! Ringraziamo l'autore di questo bel pps:  L'ORSO POLARE E IL KOALA

 

Un bel pps che ci è stato mandato poi tradotto e ricostruito con contenuti più consoni alla fonte a cui il bravo autore dice di ispirarsi:  LO SCRIGNO SEGRETO

 

LIBRI DI INTERESSE SUFI

PUBBLICAZIONI IN LINGUA ITALIANA DI DORIS LESSING (NOBEL PER LA LETTERATURA)

Alfred e Emily , 2010, Feltrinelli

Discesa all'inferno , 2009, Fanucci

Gatti molto speciali  , 2008, Feltrinelli

Un luogo senza tempo , 2008, Fanucci (particolarmente consigliato, meglio la lettura in inglese)

Il diario di Jane Somers , 2007, Feltrinelli

Un pacifico matrimonio , 2007, Fanucci

Sotto la pelle. La mia autobiografia. Vol. 1: 1919-1949.
, 2007,
Feltrinelli

Il taccuino d'oro , 2007, Feltrinelli

Le nonne , 2006, Feltrinelli

Il senso della memoria , 2006, Fanucci

Mara e Dann , 2005, Fanucci

La storia del generale Dann, della figlia di Mara, di Griot e del cane delle nevi 
, 2005,
Fanucci

L'abitudine di amare, 2003, Feltrinelli

L'erba canta, 2003, La Tartaruga

Un matrimonio per bene, 2003, Feltrinelli

Martha Quest , 2003, Feltrinelli

Memorie di una sopravvissuta , 2003, Fanucci

Le prigioni che abbiamo dentro. Cinque lezioni sulla libertà , 2003, Minimum Fax(particolarmente consigliato)

Il sogno più dolce , 2003, Feltrinelli

Il diario di Jane Somers, 2002, Feltrinelli

La storia di un uomo che non si sposava , 2002, Guanda

L'altra donna , 2001, Feltrinelli

Racconti africani , 2001, Feltrinelli

Sorriso africano. Quattro visite nello Zimbabwe , 2001, Feltrinelli

La vecchiaia di El Magnifico, 2001, Archinto

Ben nel mondo, 2000, Feltrinelli

Il quinto figlio, 2000, Feltrinelli

Se gioventù sapesse , 2000, Feltrinelli

Amare, ancora , 1998, Feltrinelli

La brava terrorista, 1994, Feltrinelli

Mia madre, 1988, Bollati Boringhieri

 

scarica gratuitamente la versione PDF del Giornale Voci di Pace II° trimestre 2011.

VocidipaceJuly2011.pdf

 

 

 

 

Ancora una presentazione sui valori dello spirito : L'EREDITA'

 

o

 

Nella presentazione che segue  un po' di grazia, quella grazia che la natura dispensa a piene mani immensamente prima di ogni religione e iniziazione... LA GRAZIA DEL CIGNO

 

 

E' una cosa che conforta pensare che ci sono persone che si identificano con una realtà più vasta e importante del proprio piccolo ego, come l'autore di questo pps in allegato, con immagini splendide, tra l'altro. Madre natura potrebbe parlare così...

 

 RECENSIONI FILM DI INTERESSE SUFI :La fine di un mistero

Il regista immagina che il poeta Garcia Lorca sia stato salvato dalla fucilazione da un giovane pastore. La ricerca dell'identità, della verità a qualunque costo che è anche un tema privilegiato del sufismo,  muove il film. Andare verso la follia è obbligarsi a non vedere, a non sapere, perché sembra la soluzione più comoda, semplice, tranquilla, in realtà è la paura che blocca la ricerca della verità. C'è chi sembra interessato alla verità ma non lo fa per amore di essa ma per soldi o per vantaggi personali, ma essa è l'unica che ci rende veramente umani quando è fine a se stessa, poi quel che viene viene. Straordinaria la recitazione di Nino Manfredi. vedi altre recensioni

Qui un pps in spagnolo dedicato a Garcia Lorca di buona fattura

Storiella sufi

Un re, ogni volta che si accingeva a mangiare, era circondato di esperti ed assaggiatori i quali, dopo aver provato il cibo, davano il loro consenso. In quell'epoca il metodo più semplice per sbarazzarsi di qualcuno era quello di avvelenare il cibo.   Un giorno, il re, durante il pranzo, cominciò a tossire in quanto qualcosa,  come s'usa dire, "gli era andato per traverso". Arrivò un medico che gli infilò una sorta di cucchiaino per osservare nella gola. Egli finì la breve visita dicendo che non era nulla di grave ma il re poco dopo il pranzo morì avvelenato. Il consigliere fece controllare nuovamente il cibo e le bevande ma  da nessuna parte c'era traccia di veleno. Cosa poteva essere successo?

Qualcuno particolarmente intelligente sentendo questa storia ha capito come il re sia stato avvelenato. E' stato il medico che ha inserito il veleno sotto la lingua del re con la punta del cucchiaino. Ma le storielle sufi non sono mai raccontate per solo passatempo o per scoprire se una persona è intelligente. Cosa c'è sotto? Ancor oggi vengono organizzate mostre dal contenuto anche elevato e iniziative a scopo benefico inserendovi però dentro elementi apparentemente innocui ma culturalmente deviati e con messaggi infidi che vengono assimilati nell'insieme. E' una tecnica  che funziona con molti. L'antidoto è come sempre la conoscenza e la distinzione.

 

Scarica il periodico Voce di Pace della UPF (Universal Peace Federation), dedicato anche questa volta ai diritti umani.

 

 

scarica gratuitamente due rari saggi sul sufismo del 1982 del prof. Gabriele Mandel: CLICK QUI

 

"LA VERA BESTIA" è un video di 12 minuti. Fa riflettere ma è da vedere tutto perché è il finale la parte più interessante. Le sequenze iniziali dell'ippopotamo che cerca di salvare la gazzella e del leopardo col piccolo scimpanzé sono tratte da documentazioni della national geographic come quella  della tartaruga. Questo per dire che non si tratta di manipolazioni disneyane. http://laverabestia.org/play.php?vid=1631

 


 

Siamo stati formati col concetto che la vita è competizione e selezione del più forte quando invece è soprattutto ricerca di collaborazione e comunicazione con gli altri esseri a partire dalle organizzazioni cellulari primitive. La sopraffazione è l'ultimo estremo tentativo per la sopravvivenza, non il primo. Queste immagini  sono solo un piccolo esempio dell'istintivo  senso di rapportarsi degli  esseri viventi tra loro oltre la propria specie. Ci sono numerose documentazioni verificabili in cui animali salvano altri animali di altre specie od esseri umani ed il tutto non è spiegabile col solo automatismo protettivo. Non  fermandosi all'effetto di simpatia e se vuoi romantico di tali scene, per quanto legittimo, cogliendone la sostanza, forse si può trovare  lo spunto per avvicinarsi ad un concetto più evoluto della vita e della grazia divina che la anima.

L'ORSO E IL KOALA

 

Rivista Sufismo - Anno IV - Terzo Trimestre 2010 -Rivista trimestrale di cultura e spiritualità Autore/i: AA. VV. Editore: Edizioni della Confraternita Sufi Jerrahi pp. 48, nn. ill. b/n, Milano Prezzo: € 6,00  

Le Origini del Sufismo - Gli Ordini e il Sufismo Storico

Sommario:

Origini del sufismo, di Gabriele Mandel

Invarianti del sufismo, di Rossano Vitali

Sull’autenticità degli ordini sufi, di Nazzareno Venturi

L’ordine della shadhiliyya, di Luca Giozzi

L’ordine della khalwatiyya, testi redazionali

L’ordine della chistiyya, di Giovanni Giacalone

La taverna della rovina, di Stefano d’Aloia

Sulla paura, dello Shaikh Tosun Bairak

L’ordine della qadiriyya, di Aldo Strisciullo

Pir Nurettin al-jerrahi, fondatore del ramo halveti-jerrahi

Musica e spiritualità, di Franco Battiato e Gabriele Mandel

L’ordine della rifa’iya, di Luca Giozzi

Il corano, di Gabriele Mandel

Rubriche:

Intervista a Moni Ovadia

I 99 Nomi di Dio: AlRahimu

Le novelle dei sufi

Le religioni: Detti dei Padri del Deserto

 

RECENSIONE DI LIBRI DI PSICOLOGIA. "Il corpo non mente" di Luciano Marchino e Monique Mizrahil ed. Frassinelli 2004.

 Il testo si inserisce nella ricerca della psicologia bioenergetica. Scritto con competenza e  esperienza (in decine di riquadri sono descritti casi assai significativi di ogni tipologia caratteriale) e anche con ottime osservazioni sulle carenze di questa civiltà occidentale  che si boria di essere la più evoluta quando sta rinsecchendo i piani più vitali e profondi dell'uomo. Di facile lettura per chi ha dimestichezza con la psicologia in generale. vedi altre recensioni


 

 

Lo shaikh Gabriele Mandel Khan, ha lasciato questa terra.

 

 

RECENSIONI FILM DI INTERESSE SUFI : Il pianeta verde.

 L'apparenza spesso inganna. Sembra un film leggero e spassoso ma fa risaltare la realtà preistorica della civiltà tecnologica che stiamo vivendo, la realtà di un essere umano non evoluto nei suoi piani psichici più profondi. Gli aborigeni australiani nel film diventano una elite del pianeta e quel che sembra paradossale non lo è : abbiamo atrofizzato il sistema limbico del cervello (sede delle emozioni e dei sentimenti, del sentire la vita) in nome di una razionalità che ci ha reso nevrotici e stressati, capaci solo di rendere questo pianeta una fogna di veleni (ma un futuro e delle possibilità ci sono sempre, deve nascere qualcuno che le fa sue con l'aiutino dello Spirito!) vedi altre recensioni

Il sufismo si traduce nella società come lievito: più sensibilità verso la bellezza, la giustizia, la fede oltre le credenze religiose. Questo vale anche per la massoneria quando non è deviata o tradita dalla ricerca di poteri e interessi estranei al lavoro. Non possiamo dunque essere insensibili all'appello di don Ciotti per evitare che si restituiscano alle mafie i suoi beni confiscati grazie all'opera della polizia e della  magistratura (nonostante le difficoltà sempre maggiori causate dalla mancanza di fondi, di mezzi e di personale). Per aderire all'appello dell'organizzazione libera contro le mafie e privare di senso  una legge voluta dalla gente (all'interno di disposizioni e leggi  governative che renderebbero inutili le azioni delle forze di giustizia) : click qui per sostenere don Ciotti

L'UNIVERSALITÀ' DELL'ARTE - mostra a  Genova Sampierdarena-

quando non si sa se ridere o piangere...
la funzione di una bufala

giriamo volentieri questo pps:  "la ranocchia"

 
 

 

 

 

posta al "Caravanserraglio"

@



index.htm